CULTURA > ARCHIVIO INIZIATIVE > Gli artisti di ArtexiCre 2018
Gli artisti di ArtexiCre 2018
Ciò che rende unico ArtexiCre è l’incontro vivo con l’arte contemporanea. I bambini e i ragazzi conoscono la vita e la ricerca di artisti, locali e internazionali, e si mettono faccia a faccia con le loro opere. Da ogni laboratorio nasce un dialogo tra artisti e giovani generazioni.
Francesco Lussana, Renzo Nucara, Carla Volpati, Giulio Locatelli, Guido Nosari, Raffaele Morabito, Eglè Bernatonyté, Heidi Bedenknecht De Felice e David Novros
Ogni anno vengono partecipano ad Artexicre artisti che hanno indagato e lavorato intorno al tema del Cre-Grest. Quest’anno non poteva esserci tema più indicato. Quando si parla del fare dell’uomo come prosecuzione dell’azione creatrice di Dio, non si può non considerare l’azione artistica e creativa dell’uomo.

8 ARTISTI PER COLORARE L’ESTATE DEI CRE
Sono nove gli artisti che sono stati selezionati per la decima edizione di Artexicre, per un totale di più di 100 opere esposte nelle due sedi laboratoriali: il Museo Adriano Bernareggi e il Patronato san Vincenzo. Ci saranno le sculture industriali di Francesco Lussana (1954), che realizzerà una monumentale installazione site specific per il cortile di palazzo Bassi Ratgheb (sede del Museo Bernareggi), dedicata all’invenzione della ruota, momento molto importante della storia dell'umanità, che ha modificato non solo i trasporti, ma il progresso tecnologico. Renzo Nucara (1955) e Carla Volpati (1954) sorprenderanno con le loro Magic Boxes, piccoli teatrini poetici di legno e plexiglass capaci di far nascere nuove storie da raccontare. Anche loro realizzeranno un intervento site specific sulla facciata rinascimentale del Museo Bernareggi.  Le opere tessili di Giulio Locatelli (1993) sono frutto di un lavoro paziente e abile che trasforma le cuciture in gesti liberi, tanto da sembrare dipinti. Anche Guido Nosari (1984) parteciperà ad ArtexiCre con opere tessili: grandi arazzi, realizzati con un assemblaggio di vari tessuti di lana. Opere che sono insiemi di colori e ritmi musicali, che vanno oltre la bidimensionalità. Nosari presenterà nel salone d’onore del Museo Bernareggi una grande e inedita installazione tessile da attraversare ed esplorare. Raffaele Morabito (1994), artista e fotografo, provocherà i preadolescenti sul potere delle immagini. Nella sala dei capolavori del Museo Bernareggi sarà esposta l’installazione GMPs (Genetically Modified Photos) e al Patronato san Vincenzo ci sarà la serie fotografica I FINISHED MY 4G, dedicata all’uso (spesso precario o distorto) di smartphone, social network e internet. La giovane lituana Eglè Bernatonyté (1987) porterà al Museo Bernareggi Honey Day, un alveare ricamato con filo d'oro, opera dedicata al valore dell’operosità, mentre Heidi Bedenknecht De Felice (1947) sarà presente al Patronato San Vincenzo con Movimento in rete, un assemblaggio di lastre di policarbonato, plexiglass e specchi. Le opere di Eglè Bernatonyté e Heidi Bedenknecht De Felice provengono dalla collezione Bortolaso –Todaro, che cortesemente le ha concesse in prestito ad ArtexiCre.

E UN OSPITE D’ONORE
In occasione della mostra COPPERS nell’oratorio di San Lupo (vicinissimo al Museo Bernareggi), quest’anno ArtexiCre può vantare la partecipazione eccezionale di un famoso artista contemporaneo: David Novros. Nato a Los Angeles nel 1941 è stato uno dei protagonisti dell’arte americana della seconda metà del Novecento. Le sue opere si trovano nei più famosi musei degli Stati Uniti. Sarà, quindi, un’occasione speciale per i bambini di ArteximiniCre di poter vedere le sue monumentali opere in bronzo esposte a Bergamo, prima città italiana a dedicare a questo importante artista una mostra personale, promossa dalla galleria Thomas Brambilla Contemporary Art LINK in collaborazione con la Fondazione Adriano Bernareggi. Le sette grandi composizioni in rame lasceranno i bambini dei MiniCre a bocca aperta davanti allo scintillio delle loro superfici metalliche e permetteranno loro di giocare con l’antica tecnica dello sbalzo e di fantasticare sulle forme geometriche e sui colori che ricordano, con una buona dose di immaginazione, armature abbaglianti di cavalieri leggendari e corone preziose di regine medievali.

Per tutte le info su installazione e artsiti visitare il blog di Artexicre
www.artepericre.wordpress.com

PER INFO E PRENOTAZIONI
UPEE – Ufficio per la Pastorale dell’Età Evolutiva
Tel. +39 035 278203
Mail upee@curia.bergamo.it